All posts tagged Parco

Museo Naturalistico Belluno_04

Venerdi’ 9 ottobre è stato inaugurato il Museo Naturalistico del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, ospitato in un’ala della ex caserma dei vigili del Fuoco in piazza Piloni a Belluno.
VS associati ha curato l’allestimento del Museo dedicato alla flora e alla vegetazione del territorio protetto.
In uno spazio limitato si è cercato di realizzare una struttura multifunzionale, in grado non solo di custodire importanti erbari, frutto di raccolte pluridecennali ad opera di botanici di ieri e di oggi, ma anche di assolvere a compiti di tipo informativo e promozionale.
La molteplicità delle funzioni richieste ha comportato scelte che coniugano soluzioni distributive ed utilizzo degli spazi sviluppati su più piani e con diversi scenari che si modificano a seconda delle esigenze specifiche.
Il Museo è stato pensato come un ambiente nel quale si aprono, in modo reale ed in forma figurata o attraverso l’uso di strumentazione informatica, numerose finestre nei luoghi a cui il Museo Naturalistico si riferisce sia di prossimità come il centro “Piero Rossi” adiacente che più lontano sui monti del Parco delle Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO dal 2009.
Il tutto grazie a postazioni con schermi digitali interattivi che illustrano la ricchezza floristica del Parco e i meccanismi che hanno generato tanta biodiversità; illustrano i tipi di bosco presenti; raccontano la storia dell’esplorazione floristica di questi luoghi, conosciuti dai botanici fin dal 1400. Ogni argomento è proposto in due versioni: una destinata ai bambini ed una pensata per “i grandi”. Gli stessi schermi forniscono anche informazioni di tipo turistico e ricreativo, con schede dettagliate sugli itinerari percorribili a piedi, in bicicletta, in mountain bike o a cavallo all’interno del Parco, oltre ad informazioni sulle singole strutture turistiche e ricettive.
A disposizione di un pubblico piu’ specialistico ci sono altre due postazioni multimediali che consentono di accedere agli archivi dell’Ente Parco dedicati alla flora e alla vegetazione.
Per consentire il pieno utilizzo dello spazio disponibile tutti gli arredi sono stati quindi collocati sulle pareti cieche con la possibilità di sfruttare anche in altezza la volumetria che sino alla quota impostata dal nuovo controsoffitto. Ciò consente di avere un ambito centrale che può essere utilizzato in vari modi:

  • sala convegni con 33 posti a sedere realizzabile collocando, le sedie in direzione del fondo dove si possono collocare i tavoli piegati, appositamente progettati, a formare un banco relatori. Dalla sottostante torretta tecnica si possono collegare i microfoni per l’amplificazione del segnale audio ed eventuali registrazioni.
  • per la normale attività di sala lettura i tavoli si possono aprire e collocare in continuo lungo l’asse longitudinale della sala per consentire 15 posti a sedere totali
  • per altri tipi di attività quali laboratori didattici, workshop gli arredi si possono disporre liberamente anche con altri supporti dedicati ai singoli eventi.