All posts tagged materiale trasparente

La parola ETFE è l’acronimo della formula chimica EtileneTetrafluoroEtilene. Si tratta di un materiale innovativo trasparente utilizzato per le coperture di strutture e di spazi pubblici o per il rivestimento di edifici che presenta numerosi vantaggi rispetto al vetro.

foto dettaglio del cuscino in ETFE

Peso: la dimensione in rotoli della produzione industriale dell’etfe consente la realizzazione di ampi cuscini di larghezza di 3 metri per una lunghezza di decine di metri composte di due o tre layer mantenuti ad una  pressione di poco superiore a quella atmosferica. Il peso che risulta gravare sulla struttura portante è di circa 4-5 kg/mq, di molto inferiore rispetto ad una pannellatura in vetro di analoghe prestazioni termiche. Si riducono le sezioni portanti e la struttura viene dimensionata sul peso proprio, sul carico di neve e di vento.

Isolamento termico: i cuscini gonfiati alla pressione di esercizio presentano una freccia di +/- il 10% della luce libera.foto copertura trasparente ETFE La quantità di aria disidratata che risulta essere contenuta all’interno della struttura determina un valore di isolamento termico con un K pari 4.2. Tale valore può scendere con l’inserimento di un terzo layer intermedio a valori di K=3.8 o minori in funzione della dimensione del cuscino e dell’utilizzo di profili di alluminio freddi o a taglio termico. La frammentazione della camera d’aria contenuta tra i due fogli termosaldati riduce i moti convettivi interni e lo scambio termico tra la superfici interna ed esterna.

Trasparenza: la struttura chimica dell’etfe è basata su un doppio legame covalente tra due atomi di carbonio e quattro atomi di idrogeno, C2H4, nota come Etene, che determina una notevolefoto copertura trasparente ETFE trasparenza ai raggi dello spettro solare nel range 400-600 Nm. Tale caratteristica lo rende particolarmente adatto a coprire spazi dedicati a piante ed animali dove la trasparenza ai raggi UV risulta determinante.

Resistenza: la caratteristica intrinseca del legame chimico presente nell’etfe (Carbonio-Fluoro), uno dei legami covalenti con una più alta energia, lo rende estremamente stabile nel tempo e ne conferisce notevoli resistenze meccaniche nonostante l’utilizzo in spessori micrometrici. Le prove condotte per i collaudi statici hanno dimostrato le notevoli capacità portanti dei cuscini nonostante l’apparente leggerezza.

Sostenibilità: la presenza di fluoro rende lo strato liminare esterno difficilmente attaccabile da agenti patogeni o da polveri di varia dimensione. L’eventuale sedimentazione di strati di particelle presenti nell’aria viene rimossa dalla pioggia che pulisce completamente la superficie esterna senza alcuna manutenzione. La struttura delle coperture in etfe e dei profili in alluminio, nonostante la durata garantita oltre i venti anni, è completamente riciclabile.