Blog

Sabato 28.09.2019 è stato assegnato a VSassociati il Premio Speciale della Giuria di EcoTechGreenAward 2019 per il progetto di rigenerazione urbana sostenibile del Portale storico della Fiera di Padova.

Venerdì 15 dicembre 2017 – Aula Nievo, Palazzo del Bo – via VIII febbraio, 2 Padova

Convegno gratuito “UNA SMART CITY – Per una Padova capitale dell’innovazione”

Mancano pochi giorni all’inizio di Flormart 2017 e il cantiere per la realizzazione di Giardino Italia, primo progetto in Italia di riqualificazione urbana sostenibile di un quartiere fieristico da noi progettato e commissionato da GEO spa, è pronto.
Nei giorni scorsi, lungo il viale centrale della Fiera di Padova, sono state delimitate le dodici aree destinate ad ospitare l’eccellenza della produzione florovivaistica di alcune fra le più grandi aziende e distretti italiani: dodici aree che insieme daranno vita a un parco di circa 3000 metri quadri, vetrina permanente della straordinaria biodiversità del nostro Paese. Trasformando così un piazzale asfaltato in un giardino.

Giardino Italia

L’intervento dell’arch. Giorgio Strappazzon a conclusione del seminario organizzato dall’Orto Botanico di Torino, con l’ Università degli Studi di Torino e il Politecnico di Torino.
locandina-MAIL

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Orto Botanico di Torino
April 19, 2015
Aula Magna, Dipartimento di Scienze della vita e biologia dei sistemi, Università degli Studi di Torino

PROSPERO ALPINI

Marostica 23 novembre 1553 – Padova 16 novembre 1616

Medico, viaggiatore e botanico.

Per aprire le celebrazioni dedicate ai 400 anni dalla scomparsa di Prospero Alpini l’appuntamento del 12 Aprile a Palazzo del Doglione nella sua città natale.

A concludere l’evento la relazione di Giorgio Strappazzon “L’Orto di Prospero Alpini, 400 anni dopo”.

Stampa

L’appuntamento è proposto dal Rotary Club Bassano Castelli, con il patrocinio della Fondazione Banca Popolare di Marostica, del Centro Studi Prospero Alpini e dall’Amministrazione Comunale di Marostica.

Green Week

Green Week 01
All’interno della Green Week, forum di discussione sui grandi temi della green economy, l’intervento dell’arch. Giorgio Strappazzon nel convegno SMART CITY-GREEN CITY . L’evento si terrà venerdì 4 Marzo al Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale a Trento.
Nell’edizione 2016, la Green Week sarà divisa in due parti: dal 1 al 3 marzo, un tour alla scoperta delle aziende d’eccellenza delle Venezie. Dal 4 al 6 marzo, un festival di tre giorni a Trento: dibattiti, incontri, eventi, all’insegna dello slogan “Io non spreco”.

Programma su www.VenezieGreen.it

VS associati al seminario organizzato all’interno del corso di Laurea Magistrale “Aurelio Peccei” in Design Sistemico
Locandina Torino

L’architetto Giorgio Strappazzon ha partecipato con “La nuova ala dell’Orto Botanico di Padova” al convegno Energia, Architettura, Paesaggio  il 20 novembre 2015 organizzato dall’Ordine degli ingegneri della Provincia di Milano e degli Architetti PPC di Milano in collaborazione con InArch Lombardia e Fondazione AEM -Gruppo A2A.

In/arch Lombardia ha avviato da qualche tempo una riflessione sul tema dei rapporti tra energia, architettura e paesaggio, tema diventato cruciale con la rivoluzione industriale, ma oggi di particolare attualità per la diffusione sul territorio di un grande numero di impianti che producono energia da fonti rinnovabili e per le sempre più elevate prestazioni che vengono richieste agli edifici in termini sia di isolamento termico sia di autoproduzione di energia, anche in questo caso da fonti alternative.

Gli impatti sul paesaggio, da un lato, e sulla morfologia e l’impiantistica degli edifici, dall’altro, non sono di poco conto, come pure quelli indotti dalle innovazioni tecnologiche che sono di supporto ai nuovi modi di risparmiare e produrre energia.

In questo quadro, la manifestazione si propone di portare all’evidenza progetti e interventi innovativi realizzati di recente, sia in edifici esistenti sia di nuova costruzione, che abbiano saputo integrare al meglio la componente energetica con quella architettonica e paesaggistica e che possano rappresentare dei punti di riferimento.

 

Locandina InArch Lobardia_01

Un pomeriggio per riscoprire il Giardino Parolini e conoscere nel dettaglio gli interventi in corso in questi mesi per la sua pulizia, riqualificazione e restituzione alla città.
Per aggiornare la cittadinanza sui lavori in atto e le prospettive per il recupero del giardino venerdì 20 novembre 2015 si è tenuto un convegno al Museo Civico di Bassano del Grappa alla presenza del team di persone che ha condotto i lavori, così da illustrare il progetto complessivo e indicare le prospettive per il recupero del Giardino.

 

concorso soft city_verticale

Padova è pronta a scoprire il proprio futuro Smart. Il concorso di idee internazionale “Padova Soft City”, promosso e organizzato dalla Camera di Commercio di Padova in collaborazione con il Comune di Padova, gli ordini professionali di Architetti e Ingegneri e con il coinvolgimento dell’associazione Padova Soft City,  ha completato l’ultimo tassello con la cerimonia conclusiva del 27 ottobre, avvenuta a Palazzo Moroni.

Abbiamo vinto il concorso con il progetto “Smart People Smart City” grazie anche alla collaborazione di: eAmbiente (verde e energia), Crispy Bacon (marketing e innovazione), prof. Michelangelo Savino (urbanista), Francesco Palazzo (urbanista), prof. Giorgio Tavano Blessi (economia della conoscenza), dott.ssa Nicoletta Marin (green economy).

L’area di Padova Est riveste ormai da molti decenni un ruolo strategico per la città nel suo complesso, e per lo sviluppo del territorio regionale.

Nel corso del tempo diverse attività e funzioni di livello metropolitano si sono sviluppate in questo contesto, favorite anche da una buona dotazione infrastrutturale,  da un’elevata accessibilità e da una potenziale intermodalità.

Questi fattori hanno favorito una progressiva terziarizzazione dell’area, a scapito della residenzialità, mentre lo sviluppo delle sedi universitarie ha dato una forte connotazione all’area e favorito una mixitè di popolazione che può rappresentare un enorme potenziale di cui ci si può avvalere per creare una dinamicità e avviare una rinascita del territorio.

Il progetto prevede il riassetto urbanistico e la ridefinizione architettonica dello spazio costruito, partendo da un migliore utilizzo degli spazi pubblici, dal potenziamento dei servizi di trasporto e delle reti infrastrutturali, affiancati dall’immissione di nuovi servizi che sfruttano i benefici offerti dalle nuove tecnologie per migliorare le condizioni di vita e di lavoro nell’area.

I  progetti finalisti sono esposti a Palazzo Moroni  per alcuni giorni, per poi essere “ospiti” della rassegna fieristica “Arte Padova” a inizio novembre.